cerca il tuo alloggio a livigno
 
 
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
 
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
 

Alloggio 2

Rimuovi alloggio
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
 
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
 

Alloggio 3

Rimuovi alloggio
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
 
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
 

Aggiungi alloggio
News / 28.02.2021

Lo spettacolo della Coppa Europa a Livigno fa da antipasto per i prossimi Campionati Italiani Assoluti

Due giorni da ricordare sulla pista Li Zeta della società Sitas, che nella settimana dal 22 al 28 marzo ospiterà anche la rassegna nazionale delle discipline tecniche

Un sole primaverile, l’atmosfera delle grandi occasioni e due gare dagli altissimi contenuti agonistici hanno trasformato in un successo il week-end della Coppa Europa a Livigno, che in due giorni di competizione ha portato sulla pista Tagliede – Li Zeta, della societa Sitas, alcuni tra i migliori giovani talenti dell’intero panorama mondiale.

Due slalom giganti femminili da seguire con estrema attenzione e che hanno dato l’occasione ad alcune campionesse del domani di mettere in mostra le proprie potenzialità anche sulle nevi del piccolo Tibet.

Nella gara del sabato la vittoria finale è andata alla tedesca Jessica Hilzinger, classe 1997 e già protagonista di alcune tappe di Coppa del Mondo, che nella seconda manche è riuscita a risalire dalla terza posizione che occupava al termine della prima. La Hilzinger ha completato la propria rimonta grazie ad una grande prova, che le è valsa il secondo miglior tempo di manche, battuto solo da quello della svizzera Vivianne Haerri, settima alla fine.

La tedesca ha avuto la meglio sulla giovanissima norvegese Marte Monsen, classe 2000 e sull’italiana Karoline Pichler, classe 1994, che hanno completato il podio finale. Da sottolineare in particolare l’ottima prova dell’azzurra, che nella seconda manche è riuscita a scalare ben tre posizioni per strappare il gradino più basso del podio.

Un podio cambiato per due terzi nella seconda gara, quella di domenica, con la sola conferma della Monsen, che si è aggiudicata la  prova, precedendo di 9 centesimi  Hanna Elfman Aronsson, classe 2002 e vera rivelazione della due giorni livignasca. La svedese Aronsson, tra le più giovani in assoluto al cancelletto, è salita sul secondo gradino del podio, dopo averlo sfiorato il giorno prima, chiudendo quarta. Terza, nella gara di domenica, è arrivata la polacca Magdalena Luczak, classe 2001.

Il week end sulle nevi di Livigno ha dato anche qualche scossone alla classifica di slalom gigante della Coppa Europa, proiettando in testa Marte Monsen, seguita da Hilma Loevblom, svedese, e dalla Hilzinger, vincitrice della gara del sabato, terza.

La scorpacciata di Coppa Europa però è soltanto l’antipasto per la località valtellinese che, forte della propria eccellenza organizzativa e logistica, si appresta ad ospitare anche i prossimi Campionati Italiani Assoluti delle discipline tecniche, che avranno luogo nella settimana tra il 22 e il 28 di marzo, proprio sulle piste della società Sitas.

Una chiusura invernale coi fiocchi, che concentrerà tutte le attenzioni mediatiche su Livigno, portando nella località tutti i big delle discipline tecniche per giocarsi il titolo di campione italiano.

Da Marta Bassino, neo campionessa mondiale di gigante parallelo, a Federica Brignone; da Luca De Aliprandini, grande sorpresa d’argento ai recenti mondiali, ad Alex Vinatzer: ci sarà solo l’imbarazzo della scelta, per un parterre di livello assoluto, sinonimo di spettacolo e di grandi aspettative tecniche.


Un’ulteriore prova della qualità delle piste e degli impianti di Livigno, che sarà tra le località protagoniste anche delle Olimpiadi del 2026.




Livigno logo-alta-valtellina Livigno logo-snow Livigno logo-valtellina Livigno logo-citta-europea-dello-sport